Integrazione

Progetti di integrazione per Minori Stranieri non Accompagnati:

• Percorsi di lavoro
• Accoglienza
• Sport e attività di inclusione.

L’integrazione è il processo attraverso cui una persona, e in particolare un minore o un ragazzo, inizia a comprendere in quale contesto è arrivato e progressivamente trova il proprio modo per adeguarsi senza perdere la propria individualità..

Si tratta di un passaggio di fondamentale importanza perché è permette di creare una relazione positiva e di affetto con il territorio in un rapporto di reciproco scambio. Mentre il minore trova quella sicurezza e quelle opportunità che nel proprio paese d’origine non ha ricevere, la società che accoglie ha la possibilità di ampliarsi e di arricchirsi di nuovi contributi.

L’integrazione è fatta di tutti quegli insegnamenti: come si vive qui, com’è fatto il nostro mondo sociale e culturale, che cosa del tuo mondo si interseca e quali eventuali abitudini non sono ben accolte, come salutare e andare in giro per la strada, come presentarti agli altri e cosa le persone del posto considerano accettabile oppure no.

Un ragazzo messo nelle condizioni di comprendere dove si trova potrà più facilmente trovare la propria strada per restare se stesso in armonia con contesto così diverso.

Lo strumento principe dell’integrazione è la relazione con l’altro: le istituzioni, gli educatori, i vicini di casa e i negozianti del luogo, la scuola, gli ambienti di lavoro, le associazioni del territorio, le squadre sportive e gli spazi di gioco, le occasioni di festa dove mangiare insieme, ballare o fare musica, i contesti religiosi e tutte le possibili opportunità di incontro che un luogo consente.

L’integrazione avviene e avanza in tutte quelle attività della vita quotidiana che qualsiasi ragazzo fa e farebbe normalmente nel proprio paese. Il compito di Aedis è di creare le condizioni affinché ogni ragazzo possa compiere questo percorso sociale di inserimento in un mondo per lui molto diverso da quello di provenienza e di aiutarlo a comprenderlo, a trovare il proprio posto e dare il proprio contributo.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Articolo 3, Costituzione della Repubblica Italiana

Progetti e attività per l’integrazione MSNA

Integrazione

L’approccio educativo con i MSNA: “Gli insegniamo a impegnarsi su ciò che è importante”

Il lavoro degli educatori è centrale nell'attività di accoglienza dei minori stranieri. La coordinatrice Gennj Scluba spiega l'approccio di lavoro di Aedis: "Il messaggio che…
Integrazione

Perché portiamo i ragazzi in gita? Perché le “cose belle” creano il rispetto

Far conoscere le bellezze del territorio aiuta l'integrazione, perché vedere "cose belle" aiuta a far fronte a scoramento e dolore in modo positivo e non…
Integrazione

Chi sono i Msna, ovvero i Minori Stranieri Non accompagnati?

E perché dobbiamo ospitarli e non possiamo rimandarli indietro? I Msna sono i minorenni che vengono trovati sul territorio privi di un adulto con la…
Integrazione
Cosa succede quando un minore straniero compie 18 anni?
Integrazione
Perché i ragazzi scappano dal loro paese? Le motivazioni delle richieste d’ingresso
Integrazione
Chi sono i Tutori Volontari di Msna: non solo tutela legale
Formazione
Workshop UNICEF di orientamento al lavoro per 16 ragazzi di Aedis
Formazione
AEDIS accoglie UNICEF: presentato ai ragazzi il progetto U Report on the Move

Ti servono maggiori informazioni?

Contatti